{centro}

ECDL Core Level - Utente generico - Presentazione - Calendario Esami

al livello base l’ECDL Core certifica le competenze informatiche di base e si rivolge all’utente generico del personal computer: tale livello è conosciuto da tutti come l’ECDL per antonomasia

ECDL Specialised Level - Utente specialistico - Presentazione

si rivolge all’utente specialista e certifica la capacità di uso del personal computer per applicazioni specialistiche, utili in specifiche aree professionali: per questo livello è attualmente disponibile la certificazione ECDL CAD (Computer Aided Design), che attesta la competenza di base nel disegno bidimensionale (2D) utilizzando programmi di progettazione assistita dal computer.

Spendibilità di ECDL: i riconoscimenti istituzionali
CHE VALORE HA L’ECDL?

L’ECDL non costituisce titolo legale di studio, né si configura come qualifica professionale: è piuttosto un attestato che certifica il possesso, da parte di chi l’ha conseguito, di determinate competenze informatiche di base, definite in base a uno standard internazionale (il Syllabus). L’ECDL può essere paragonata alle certificazioni che attestano le conoscenze linguistiche (ad es. il TOEFL o il Cambridge Certificate per l’Inglese), anch’esse basate su esami, che fanno testo in tale campo in tutto il mondo.
Per le garanzie di oggettività e per la sua ampia circolarità internazionale, conseguente all’essere uno standard europeo, l’ECDL ha ottenuto in Italia molti riconoscimenti istituzionali, tra i quali ricordiamo i seguenti.
Ai fini del punteggio nei Concorsi Pubblici per titoli (o per titoli ed esami), il Dipartimento della Funzione Pubblica della Presidenza del Consiglio dei Ministri ha dato parere positivo circa la possibilità di includere il Certificato ECDL fra i titoli culturali di merito, cioè tra quelli che vengono valutati ai fini del punteggio.
La decisione è comunque a discrezione delle singole Commissioni che devono valutare se il livello di conoscenze informatiche richiesto per i profili professionali a concorso coincida con il livello formativo garantito dalla Patente Europea per il Computer.
ECDL può quindi essere fatta valere ai fini di avanzamento nella carriera nella pubblica amministrazione, ma anche in tal caso la decisione è lasciata alle singole Amministrazioni.
Il 26 febbraio 2001 è stato siglato un protocollo d’intesa fra M.P.I e Ministero del Lavoro e Previdenza Sociale che dichiara la volontà di promuovere il riconoscimento delle competenze informatiche certificate secondo lo standard ECDL e di diffondere tale intesa presso tutti i Centri dell’Impiego. Nonostante tale protocollo, il riconoscimento di ECDL è comunque a discrezione dei singoli Uffici del Lavoro, avendo il Ministero delegato alle Regioni e agli Enti Locali i compiti e le funzioni nell’ambito del collocamento e delle politiche del lavoro.
Va detto che AICA sta operando attivamente per sensibilizzare le Amministrazioni Regionali e ci auguriamo che, in tempi non troppo lunghi, il riconoscimento di ECDL sia diffuso in modo significativo. Ad oggi sono stati siglati accordi rispettivamente con la Regione Lombardia, la Regione Veneto, la Regione Piemonte, la Regione Toscana, la Regione Sicilia e la Regione Campania in base ai quali la Regione si impegna ad operare per il riconoscimento quale “credito formativo” della patente ECDL ai fini dell’inserimento nei curricula formativi e per l’attivazione delle “passerelle” tra sistema scolastico, sistema della formazione professionale e mondo del lavoro. Ci auguriamo che l’esempio di tali Regioni possa aprire la strada a molti accordi similari.

L’ECDL MI PUÒ AIUTARE A TROVARE UN LAVORO?

L’ECDL certifica il possesso di competenze informatiche di base, che nell’odierna società dell’informazione tutti dovrebbero avere e che sempre più saranno richieste per qualsiasi professione. L’ECDL può quindi essere richiesta da datori di lavoro o da agenzie di lavoro interinale, in tutti i casi in cui per svolgere una certa mansione sono utili competenze informatiche di base: in questi casi l’ECDL è accettata come sostitutiva di una diretta verifica delle competenze che sarebbe assai oneroso condurre in proprio e che difficilmente potrebbe essere esaustiva quanto i sette esami ECDL.
Il conseguimento di ECDL può quindi essere utile nella ricerca di un lavoro ma deve essere chiaro che non garantisce in sé uno sbocco lavorativo: la certificazione ECDL infatti non costituisce in se stessa una qualifica professionale, ma solo una componente trasversale e comune a molte qualifiche professionali.

L’ ECDL È UTILIZZABILE COME CREDITO FORMATIVO? E QUANTO VALE?

L’ECDL è comunemente accettato come credito formativo agli esami di Stato (negli istituti scolastici superiori) e in molte università. Tuttavia, in una situazione di crescente decentramento, in cui ogni singolo Istituto scolastico, ogni singolo Ateneo, ogni singola Regione e ogni singola Provincia (da cui dipendono amministrativamente i Centri per l’Impiego) sono autonomi in materia di crediti formativi, non esiste una situazione omogenea per quanto riguarda i riconoscimenti ed ogni Ente decide in proprio se riconoscere un titolo come credito formativo e che punteggio assegnare.
Agli esami di Stato (ex Diploma di Maturità) la valutazione dei crediti formativi, in termini di punteggio, dipende dal Consiglio di Classe in base anche ai risultati raggiunti dallo studente durante l'anno. In base alla normativa sulle autonomie scolastiche, non esiste alcuna legge che obbliga lo studente delle scuole statali di ogni ordine e grado al conseguimento del Certificato ECDL.
A livello universitario, sempre in base alla legge sulla autonomia, ladecisione se e come (cioè con quale punteggio) riconoscere i crediti spetta alle singole Università. In generale ciascuna Università stabilisce il punteggio da assegnare ai vari crediti formativi, e quindi anche alla Patente Europea del Computer, in base alla durata del corso istituzionale previsto per il suo conseguimento.

COSA DEVO FARE PERCHÉ IL CERTIFICATO ECDL MI SIA RICONOSCIUTO DA PARTE DEL CENTRO PER L’IMPIEGO?

In attesa di delibere organiche in merito da parte delle Regioni convenzionate con AICA (Campania, Lazio, Lombardia, Piemonte, ecc.), chi ha conseguito il Certificato ECDL, per farselo riconoscere dal Centro per l’Impiego (CPI) di competenza, deve fare riferimento al documento Prot. 151/IV del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali datato 4.7.2003 , con oggetto “Richiesta di Riconoscimento certificazione ECDL da parte dei Centri per l’Impiego”, che fa seguito alla lettera prot. 477/03.01 del 26.6.2003, nel quale si specifica: “…la certificazione ECDL viene attualmente riconosciuta dai CPI e gestito negli applicativi in uso quale titolo valutabile per l’incontro domanda/offerta di lavoro.”
Seguono, nel documento citato, indicazioni tecniche dettagliate a uso dei CPI, su come registrare l’ECDL in base al software gestionale utilizzato.